10^ VOLTE VINCITORE DELLA 100 KM DEL PASSATORE
Intervista al “re”: Giorgio Calcaterra
Luca Panichi
Questa sarà una settimana molto importante perché rappresenterà un po’ il primo scalino verso la prossima, dove il nostro Mugello sarà una tappa della mitica 100 km del Passatore. Gara storica e questo anno valida anche come Campionato Italiano 100 km Fidal. Come promesso abbiamo intervistato il re di questa disciplina, non solo a livello italiano ma internazionale: “re” Giorgio Calcaterra, 10 volte vincitore di questa meravigliosa gara che parte da Firenze e arriva a Faenza. Giorgio è già conosciuto nel Mugello dato che nel Settembre 2012 il Comune di Borgo San Lorenzo gli ha donato un riconoscimento in quanto “atleta pulito”.
3 Maratone del Mugello, di cui 2 vinte e record del mondo di maratone in 1 anno solare sotto le 2.30 (tra cui la Maratona del Mugello), noi allora non possiamo che sperare di rivedere Giorgio il 17 Settembre 2016 alla partenza della Maratona del Mugello. Adesso però sentiamo Re Giorgio.
Giorgio partiamo dall’ultima impresa conquistata, il Wings For Life World Run. Sei sempre sul tetto del mondo, anche in una gara particolare con mille motivazioni.
E’ stata una bellissima esperienza, sono riuscito a tenere alta la concentrazione e a dosare le energie nella giusta maniera. Felice di aver dato il mio contributo alla ricerca scientifica, spero ardentemente che presto chi ha subito delle lesioni al midollo spinale riuscirà a camminare.
Raccontaci la tua giornata tipo, la vita quotidiana di Giorgio Calcaterra.
Alterno la mia giornata tra la mia casa, i viali di villa Pamphili e il mio negozio di sport. Di solito corro la mattina poi risolvo delle piccole faccende, vado a correre una seconda volta e poi raggiungo Calcaterra Sport, dove ormai tutti i nostri clienti sono anche amici. La sera la passo volentieri a casa in relax.
Tra poco ci saranno le elezioni per il Sindaco di Roma. Ti è stato proposto qualcosa anche in maniera scherzosa? Te la sentiresti?
Si, amo la mia città e sono sicuro che potrei aiutarla a guarire da tante ferite.
Il tuo negozio è come una meta di pellegrinaggio per coloro che intendono avere un contatto con te, un consiglio e altro ancora. Cosa ti senti di dire a tanti amatori che vengono a trovarti?
Grazie per essere venuti, se potrò esservi utile lo farò volentieri.
Piatto preferito al quale non puoi rinunciare?
Pasta bianca con olio e parmigiano.
Dopo una cerimonia istituzionale nella Sala del Consiglio Comunale sei pure diventato ambasciatore del Comune di Borgo San Lorenzo. Il Mugello oltre ad essere tappa di passaggio della 100 km del Passatore è anche la Maratona più antica d’Italia, che tu hai vinto 2 volte su tre partecipazioni (esattamente 1999 e 2000). Il prossimo 17 Settembre 2016 ti vedremo al via della nostra maratona, magari per un tris?
Mi piacerebbe, ma ancora non posso dirlo perché non ho effettuato la programmazione per il mese di settembre.
Giorgio, che ti sentiresti di dire ad un giovane che si avvicina all’atletica?
E’ uno sport bellissimo, ma va fatto con lo spirito giusto. Bisogna affrontarlo divertendosi con lealtà costanza e gradualità.
10 volte “re” del Passatore, la 100 km più famosa al Mondo. Quale fascino ti trasmette questa gara?
Il fascino di attraversare l’Italia, di partecipare ad un evento che dura da più di 40 anni e di percorrere 100 bellissimi km.
Giorgio come vedi questa Atletica Italiana?
Vedo che la corsa si sta ampliando e ne sono felice. Si va un po’ più piano ma non importa, l’obiettivo finale deve essere quello di avere un’atletica leale.
Quale sogno ancora ti spinge ad andare avanti e raggiungere i tuoi obiettivi?
Quello di star bene e correre mi aiuta a vivere meglio. Correre è la mia vita, non è solo il titolo della mia biografia appena uscita. Il sogno di correre e di star bene mi spinge ad andare avanti senza che mi debba sforzare.
Ringraziamo Giorgio Calcaterra per la sua disponibilità e rinnoviamo l’invito rivolto a tutti gli sportivi e appassionati ad essere sulle strade Sabato 28 per il passaggio del mitico Passatore, la gara con un fascino particolare che attraverserà il nostro Mugello… insomma spettacolo assicurato. Intanto segnalo la vittoria di Elisabetta Albertini, la seconda in meno di una settimana alla 6 ore di Foiano, che è riuscita a bissare il successo dello scorso anno in un gara difficilissima per la durezza del percorso e qualche problema fisico. L’atleta azzurra, tesserata per ASD Maratona Mugello, sarà presente per un test fino a Borgo San Lorenzo al passaggio della 100 km. La settimana prossima parleremo di alimentazione e altro ancora.. sempre di corsa, in movimento e con l’obiettivo del benessere fisico al primo posto. Mente e corpo in piena sinergia, buona corsa.