Cercherò di darvi qualche consiglio, ma non con la tabella in maniera assidua e specifica, senza esasperazione ma consigli generali. Alimentazione, integrazione sali minerali e capire che la Maratona è accessibile  a tutti, con il giusto spirito e senza un tempo come obbiettivo ma terminare bene la maratona e perché anche fuori tempo massimo, tanto noi saremo al traguardo con voi vi aspetteremo e vi festeggeremo alla grande. La Maratona affascinate perché ognuno la corre per i propri obbiettivi, arrivando anche ad un limite fisico mentale che spesso è controproducente, ma però entusiasma sempre tanti podisti e la massa in generale, oltre l’agonismo esiste tanti motivi per correre la maratona. La maratona la sua storia solo per quello mette entusiasmo nel correre  però la maratona è anche storia: già la nostra è la più antica della nostra Italia. Certo che niente si improvvisa serve ordine e disciplina nel seguire anche le cose più semplice, il gesto della corsa per terminare la maratona. Allenamenti con continuità e durata che possano dare risultati di benessere fisico e mentale per affrontare una 42.195 cioè la maratona. Consiglio tre uscite settimanali e una quarta la domenica oppure il Sabato in alternanza sarebbe bello abbinare anche una uscita in bici oppure un po’ di nuoto. Questo è l’inizio di chi comunque oltre alla corsa ha praticato altri sport ( Ciclismo,nuoto, sci , ciaspole  e latro ancora) in maniera tranquilla ma ha già una buona capacità aerobica.  Allora chi non  hai mai proprio corso non potrà correre la maratona? No assolutamente solo che il percorso ovviamente sarà diverso. Si inizia nel camminare a buon passo veloce, dico camminare non correre, si impara  le gambe a sopportare il carico della corsa e iniziare anche il lavoro aerobico della respirazione. Consiglio di camminare minimo 5 6 volte a settimana  per 30’-70 minuti. Inizialmente conta solo la durata il tempo che stiamo sulle gambe e con il fiato, non ostinate a pensare al chilometraggio ma solo alla durata che state sulle gambe, ovviamente sarebbe consigliato un cardio frequenzimetro per controllare specialmente in un primo momento i battiti e la frequenza cardiaca. Intanto fermiamoci qui….alla prossima intanto partiamo …buona corsa.

 

Luca PanichiANN_1208