Trionfo marocchino alla 43^ Maratona del Mugello.  Vittoria atlete di casa tra le donne

Hanno dettato il ritmo fin dai primi chilometri di gara i due atleti marocchini che si sono aggiudicati i gradini più alti del podio della 43^ Maratona del Mugello, svoltasi a Borgo San Lorenzo (FI) nel primo pomeriggio di sabato 17 settembre. Sono Abderrafii Roqti dell’A.s.d. Finanza Sport, che ha chiuso i 42 km in 2h30’11”, e Lahcen Mokraji dell’S.S. Atl. Desio, secondo in 2h34’01”. Terzo assoluto e primo degli italiani, Matteo Lucchese, del Bergamo Stars Atletica, arrivato dopo 2h36’38”. Lucchese, appassionato di ultramaratone, è stato due volte vincitore della Pistoia-Abetone.

Tra le donne, tripletta di atlete del team A.s.d. Maratona Mugello con Elehanna Silvani (3h12’20”), seguita da Elisabetta Albertini (3h26’36”) e dalla giapponese Majidae Sohn (3h27’22”).

Nel complesso, sono stati quasi 700 i maratoneti provenienti da ogni regione d’Italia e molti anche dall’Estero che si sono fatti trovare al via in Piazza Dante alle 14.30, accolti dal tifo festante del pubblico mugellano. Circa un centinaio i partecipanti alla Family Run di 4 km, partita qualche minuto dopo la gara ufficiale. Tanti anche i ragazzi e le ragazze delle scuole secondarie inferiori che hanno dato il via, in mattinata, alla lunga giornata di sport e divertimento.

La maratona più antica d’Italia si è caratterizzata quest’anno per la chiusura totale del percorso di gara, voluta dal comitato organizzatore della manifestazione per consentire a tutti i partecipanti di correre in sicurezza. Tra le novità di quest’edizione anche il servizio di sicurezza messo a disposizione dalla startup pratese SmanApp, che consentiva agli atleti, tramite una app, di comunicare, in caso di necessità, la propria posizione esatta ai soccorsi.

Il percorso si è snodato tra i borghi mugellani, dalla partenza a Borgo San Lorenzo per passare da San Piero a Sieve con la sua storica Fortezza e il Castello del Trebbio fino a Scarperia con il Palazzo dei Vicari e gli storici sbandieratori. E poi ancora Vicchio e il Mugello Circuit prima di arrivare al traguardo in piazza Dante di fronte al Palazzo Comunale. Durante tutto lo svolgimento della manifestazione è rimasto allestito in piazza Dante anche l’Expo, dove diverse aziende e società sportive hanno potuto promuovere i loro prodotti e servizi.

Un’altra iniziativa che ha riscosso grande successo è stata “Dai un bacio lungo 42 km”, con l’obiettivo di affermare la forza dell’amore e della pacifica convivenza: lungo il percorso, grazie alla presenza di diversi cornici create ad hoc, le coppie potevano essere fotografate e concorrere all’attribuzione di simpatici premi.

Questo spirito solidale troverà un seguito, anche dopo la Mugello Marathon, nella mostra Senzatomica, allestita dal 7 al 16 ottobre, sempre a Borgo San Lorenzo, e sponsorizzata dal comitato organizzatore e dall’Istituto Buddista Soka Gakkai, per promuovere una cultura di consapevolezza sulla minaccia delle armi nucleari.

Grande la soddisfazione di Gabriele Sargenti, presidente del comitato organizzatore: “Siamo stati fortunati soprattutto per le condizioni meteo: il forte maltempo di ieri ci ha messo in difficoltà nell’allestire l’evento, facendoci lavorare fino a tarda notte e temevamo che anche oggi la pioggia non ci avrebbe risparmiato. Invece, per fortuna, malgrado il cielo nuvoloso, tutto è andato nel migliore dei modi. Desidero ringraziare tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto, Brooks, Sapone del Mugello, Poggio del Farro, Assiboni, Banca del Mugello, la Pro Loco, i volontari, le istituzioni che hanno collaborato per la buona riuscita della manifestazione”.